Blog: http://watergate.ilcannocchiale.it

Inconfondibili, anche troppo

Gli AC/DC sono nuovamente in testa alla classifica degli album più venduti. Per ora ho ascoltato il singolo promozionale Rock and Roll Train, che è un classico AC/DC riveduto e corretto. Ci canti sopra Highway To Hell (e quindi anche You Shook Me All Night Long), con alcune venature di Hell's Bells e Thundertrucks, per arrivare a cose un po' più recenti (si fa per dire).

Tuttavia l'energia di questo singolo mi sembra abbastanza sufficiente per giustificare un tour mondiale e rimpolpare i conti bancari, nonostante "Back In Black" abbia venduto costantemente negli ultimi venti anni.

In un'epoca nella quale conta nuovamente più il singolo, a causa del formato MP3 e di ITunes, direi che non possiamo aspettarci molto dall'album, nel complesso. Ma avere un singolo decente è già qualcosa, soprattutto per chi non ha nulla da dimostrare in fatto di espressione musicale, avendo già dato molto negli anni passati.

E' strano però sentire il classico rock ruvido degli AC/DC farsi strada nelle produzioni moderne, dominate da un uso costante dell'elettronica e dei cosiddetti samples. La semplice ma efficace introduzione chitarra più rullante è un marchio di fabbrica che rende giustizia a tutti i batteristi e i musicisti rock del mondo, messi all'angolo da una iper-produzione elettronica che rende tutti suonatori e nessuno veramente artista.

(Guarda il video ufficiale di Rock and Roll Train)

Pubblicato il 27/10/2008 alle 16.46 nella rubrica Televisioni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web