.
Annunci online

watergate Vicino ad Ambienti del Social Network
23 dicembre 2007

Pensa se fossero stati campioni dell'Universo



Questo è il pianeta dei cosiddetti campioni del mondo.

E questa è l'Inter:



Distante anni luce.

18 dicembre 2007

L'uomo delle dieci e mezza

Nel mio paese non nevicava quasi mai. Quando l'autunno si prendeva una pausa, l'inverno si infilava sotto le coperte delle foglie gialle, rovinando il Carnevale. Ma a Natale raramente si imbiancavano le strade. Se buttavo uno sguardo dalla terrazza verso i monti, potevo notare qualche spruzzo qua e là, come una guarnizione di panna montata sopra una torta nuziale. Ma niente di speciale. In questi giorni la neve è tornata abbondante, non appena i venti si sono calmati. Quando ero bambino, durante le Feste, il ghiaccio era il Signore dell'aurora. In sardo c'è un nome stupendo per indicare la brina: astrau. E' un suono talmente ruvido e onomatopeico, che ti fa capire subito che hai qualcosa di tagliente e freddo tra le dita. Nella ingiusta guerra tra neve e ghiaccio vinceva sempre quest'ultimo. Troppo freddo per fioccare, poche nubi per sognare.

Quando c'era la brina gli automobilisti scivolavano lungo i pendii, facendo manovre acrobatiche. Alle dieci e mezza, puntuale, compariva Gringo, un operaio di un vicino ferramenta, che aveva parcheggiato il camioncino a pochi metri dal mio giardino, con la ruota rivolta verso il marciapiede e un sasso come freno. In quel momento il Sole, vivaddio, riusciva a spuntarla sulla coltre dura depositata nella notte. Ma Gringo non era un tipo caldo: abitudinario come un automa, apriva la sportello, girava la chiave, si sfregava le mani, mangiucchiava un panino e riportava il mezzo in laboratorio. Aveva alle spalle il fidanzamento più lungo dell'ultimo secolo, diciassette anni a coricare con la stessa donna, un tempo fresca e ora invecchiata con le noie delle stagioni, che non si decideva a sposare per non so quale motivo. Gringo era anche l'unico fan sfegatato di Guerre Stellari del Capo di Sopra. A Carnevale, se proprio non nevicava, indossava puntualmente il suo vestito peloso da Chewbecca. Fiero del travestimento si faceva un giro nei bar, per spaventare i bambini. La disdetta però era sempre dietro l'angolo, perché lo conoscevano tutti. C'era chi lo chiamava Scimmione, chi lo chiamava Chita, chi lo chiamava King Kong, chi lo chiamava coglione. E c'era anche chi gli chiedeva quando mai si sarebbe deciso a sposarsi. Gringo aveva una risposta giusta per ogni tormento: "ci sposeremo quando le cose cambieranno". I più smaliziati riuscivano a leggere tra le righe, altri si disinteressavano non appena cambiava discorso. Quando la fidanzata lo lasciò, qualche anno dopo, gli disse che non avevano più nulla da spartire: né l'amore del passato, né la speranza del futuro. Fu allora che comprese che non si può vivere congelando i sentimenti nella ghiacciaia dell'abitudine.
condividi:
tag: monologhi
permalink inviato da watergate | commenti 18 | Versione per la stampa stampa
novembre   <<  1 | 2 | 3 | 4  >>   gennaio
in evidenza

29 dicembre 2010 La fine dell'anno La fine dell'anno è arrivata. Il primo decennio del  XXI secolo si è concluso. Ho riascoltato i discorsi di fine anno dei nostri Presidenti della Repubblica. Qualcuno leggeva altri andavano a memoria. Gli argomenti? Disoccupazione, emigrazione, terrorismo, studenti, assassini comuni e politici.  la costanza di tali elementi  mi è ... (continua) Leggi tutto

chi sono
watergate
I libri per chiarelettere

I nuovi mostri
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

Italiopoli
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

prossimi appuntamenti
Tutti gli appuntamenti
links
archivio



Blog letto 1 volte
bacheca


BOOKMARK_

 Subscribe in a reader

Subscribe by Mail
Directory of Satire Blogs
Subscribe in Bloglines
Add to Google Reader or Homepage  

STATS_



blog letto 1 volte